SINDROME DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ


Sindrome da deficit di attenzione e iperattività è connotata da inattenzione, impulsività e iperattività motoria.

Spesso è in comorbidità con altri disturbi quali comportamento oppositivo-provocatorio, disturbi della condotta, disturbi dell’apprendimento, disturbi d’ansia e in alcuni casi, anche se più raramente, depressione, disturbo ossessivo compulsivo, tic e disturbo bipolare.  
Non si conosce ancora una causa specifica di questo disturbo, ma sono stati individuati dei fattori predisponenti quali condizioni sociali e fisiche del soggetto, eredità genetica, esposizione a fattori ambientali negativi, problemi neurologici. Colpisce prevalentemente i bambini ed è stato stimato che il 50% di questi soggetti mantiene i disturbi fino all’età adulta. Per diagnosticare il disturbo è necessario che i sintomi siano presenti per almeno sei mesi consecutivi in situazioni diverse.  
Esistono diverse manifestazioni del deficit, predominanza di sintomi di distrazione/disattenzione, predominanza di iperattività-impulsività. I bambini sono distratti, dimenticano le cose, hanno difficoltà di concentrazione, si annoiano facilmente, non riescono a restare attenti, hanno difficoltà a svolgere i compiti, non ascoltano, hanno difficoltà di elaborazione delle informazioni. Possono parlare senza sosta, hanno difficoltà a stare seduti, sono costantemente in movimento, toccano e giocano con qualsiasi cosa, si contorcono da seduti. 
Spesso i bambini sono impazienti, fanno commenti e hanno comportamenti inappropriati.
I bambini che soffrono di questo disturbo hanno problemi relazionali con i genitori, con gli insegnanti e con i coetanei dai quali sono spesso rifiutati. Inoltre questi bambini presentano un comportamento aggressivo e difficoltà a rispettare le regole.
Centro Psicologico Accreditato DSA Amamente Milano 

www.psicologadeibambini.it


http://www.benessere.com/psicologia/arg00/disturbi_comunicazione.htm