EMOZIONI ED APPRENDIMENTO LABORATORIO DSA MILANO

“NEI PANNI DEL BAMBINO DISLESSICO" e altri Dsa...




Giovedì 15 dicembre 2016 dalle ore 19.30 alle ore 21.00



Centro Amamente
Viale Monza 91, MM1 fermata Rovereto
Citofono “Spazio Luce”
INGRESSO LIBERO SU PRENOTAZIONE scrivendo a: segreteria.centroamamente@gmail.com
Prenotazione obbligatoria. 
Centro Amamente propone un percorso esperienziale che vedrà noi adulti e genitori scoprire e sperimentare, in un approccio positivo e giocoso, le emozioni vissute da chi convive con un Disturbo di Apprendimento.
Attraverso giochi ed esperimenti, vi condurremo nel mondo dei bambini e dei ragazzi (o degli adulti) che vivono questa difficoltà e vi daremo l'opportunità di scoprire in prima persona quali sfide le persone con Disturbi Specifici dell'Apprendimento devono affrontare a scuola e fuori, e quali talenti e risorse li contraddistinguono. 
I disturbi specifici dell’apprendimento (dislessia, discalculia, disortografia, disgrafia) non sono una semplice etichetta diagnostica ma un mondo complesso, fatto di talenti e difficoltà, pregiudizi e speranze, ma soprattutto emozioni.
Perché parlare di emozioni e disturbi dell’apprendimento? Perché emozioni e apprendimento hanno un legame inscindibile: l’apprendimento è possibile e duraturo solo se emozionato.
Per questo motivo è così importante che il bambino con disturbo di apprendimento viva l’apprendimento come una esperienza appagante, utile, positiva ovvero come autentico momento di crescita.  
Giovanna, Terapista della Neuro Psicomotricitá
“ Posso definire l'incontro "completo", in quanto mi ha fornito utili informazioni teoriche sui Disturbi specifici dell'apprendimento ma mi ha anche permesso di sperimentare alcune delle emozioni che i bambini con questa difficoltà possono provare nella loro vita quotidiana, quando si relazionano con i coetanei o quando si trovano ad affrontare l'ambiente scolastico, troppo spesso impreparato ad accogliere tali problematiche. La maggior parte dei corsi sui DSA sono prevalentemente teorici, quando invece sarebbe utile anche focalizzarsi sulle emozioni che prova il bambino : è esattamente quello che questo corso mi ha permesso di fare, ovvero di potermi mettere "Nei panni di un bambino dislessico".
Inoltre ha confermato quanto sia indispensabile, in qualsiasi tipo di trattamento, non focalizzarsi esclusivamente sulla difficoltà del bambino ma considerarlo nella sua globalità.
Il tutto è stato esposto dalle Dottoresse con un linguaggio semplice ma accurato, arrivando così in modo diretto a tutte le figure presenti in sala, dai genitori alle figure educative e sanitarie. 
Sara, Insegnante Secondaria di Secondo Grado (Milano)
“L'incontro introduttivo "Nei panni del bambino dislessico" si è rivelato, a mio avviso, notevolmente interessante e affascinante, nonché, sotto alcuni aspetti, rivelatorio e sconcertante. Insegno nella scuola secondaria di I grado e nel corso dei miei 7 anni di lavoro il numero di allievi diagnosticati DSA è andato aumentando sensibilmente, lasciando noi docenti con pochi strumenti a disposizione per conoscere e migliorare la qualità dell'apprendimento dell'alunno.
Il laboratorio, come spiegavo, è stato per me interessante e affascinante perché ha chiarito dei punti sconosciuti e spesso confusi, e al tempo stesso rivelatorio e sconcertante perché sono rimasta basita e sgomenta nell'apprendere quanto sia arduo il cammino di un bambino dislessico sulla strada della conoscenza...
Purtroppo la scuola italiana è carente dal punto di vista della formazione dei docenti: sarebbe opportuno, a parer mio, organizzare seminari informativi e laboratori attivi, utili alla divulgazione del problema e incentrati sulla ricerca di risorse per migliorare la qualità di apprendimento dei ragazzi e determinarne, così, il successo formativo.
Ringrazio le dottoresse per averci dato la possibilità di immedesimarci in chi soffre di DSA, perché solo calandosi nei loro panni si va a fondo, si comprende la fatica che affrontano e si possono elaborare strategie mirate”. 
Maria, docente scuola secondaria di I grado (Milano)
"Nei panni del bambino dislessico", è stato un incontro motivante ad intraprendere un percorso di formazione e comprensione delle problematiche legate ai disturbi specifici dell'apprendimento.
In quanto insegnante di scuola primaria, anche se solo per brevi periodi, mi rendo conto delle carenze della struttura scuola e della mancanza di strumenti specifici per noi insegnanti, adeguati alle esigenze dei bambini che si trovano in questa condizione.
L' incontro ci ha illuminato su quanto sia importante conoscere l' universo "bambino dislessico" per dar modo ai piccoli di diventare grandi con gli strumenti e nel modo giusto. Un grazie sentito alle relatrici che, con una sorta di spettacolo teatrale/lezione ci hanno coinvolto nel modo più appropriato e divertente.  
Francesca, Mamma (Milano)
Grazie per questa iniziativa :
'Nei panni del bambino dislessico' ho avuto l'opportunita' di avere informazioni e chiarimenti su un argomento che mi interessava molto.
Complimenti per le modalità di conduzione : accoglienti e un linguaggio molto comprensibile. Sarei felice poter partecipare ad altre iniziativi di questo genere
Sarà per tutti una bella occasione di informazione, di scambio e di crescita!
L'incontro é adatto anche ai bambini dai 9 anni in sù. 
QUANDO?La serata si terrà giovedì 15 dicembre 2016
dalle ore 19.30 alle ore 21.00.
Si prega di venire alle 19.15 per formalizzare l'iscrizione.
DOVE?Centro Amamente - Viale Monza 91, MM1 fermata Rovereto Citofono “Spazio Luce”
COME ISCRIVERSIPer confermare la propria partecipazione, occorre inviare una mail con nome, cognome e codice fiscale dei partecipanti all’indirizzo segreteria.centroamamente@gmail.com entro l’11 dicembre 2016.

La partecipazione è gratuita!
VI ASPETTIAMO! 💟�

Centro Difficoltà infantili Milano
Centro Psicologico e Logopedico per l'Infanzia, l'Adolescenza e la Famiglia
"Amore per Se stessi, per gli Altri e per la Conoscenza"
Sede 1: via castel morrone 1/a - 20129 - Milano

Sede 2: viale Monza 91, mm1 Rovereto, Milano