PREVENZIONE DELLO SVILUPPO LINGUISTICO: LOGOPEDIA E SCUOLA



Cos’è la logopedia?

La logopedia si occupa dell’evoluzione linguistica e della comunicazione. In genere un disturbo nello sviluppo linguistico porta ad avere difficoltĂ  nell’ambito dell’apprendimento, del rendimento e nella sfera sociale. Ha conseguenze soprattutto sui risultati nelle materie scolastiche in cui sono importanti la lingua e la comprensione della lingua.
La logopedista o il logopedista può, con un accertamento, diagnosticare disturbi nell’apprendimento linguistico e, se è il caso, esegue terapie individuali o di gruppo. La consulenza per i genitori e gli insegnanti è una componente importante della logopedia.
Gli specialisti in logopedia portano nell’insegnamento, come misura preventiva, le loro conoscenze sullo sviluppo linguistico e sulla comunicazione.


Chi ha bisogno della logopedia?
Per prendere un provvedimento di logopedia è necessario fare un accertamento specialistico, che può essere indicato quando una scolara o uno scolaro mostra difficoltĂ  nel campo dell’apprendimento linguistico e della formazione dei concetti, della comunicazione ed anche nella lettura e nella scrittura. Un bambino può - per diversi motivi - richiamare l’attenzione in campo linguistico a diversi livelli:
nella comprensione della  lingua nel modo di  raccontare nella grammatica nel vocabolario
Si possono ad esempio rilevare le seguenti caratteristiche  salienti difficoltĂ  nel flusso della parola (ad esempio balbettare difficoltĂ  di deglutizione disturbi della voce difficoltĂ  nel parlare (ad esempio uso sbagliato dei suoni: /S/ invece del digramma /SC/,lingua tra i denti nel parlare) disturbi nel leggere e nello scrivere

Che cosa può fare la scuola?
Se un bambino manifesta una difficoltĂ  a livello linguistico, i genitori e gli insegnanti, nel corso di un Colloquio per definire la situazione scolastica richiedono un accertamento logopedico. Sulla base dell’accertamento e in accordo con i genitori, la direzione della scuola può disporre che un bambino o un ragazzo faccia una terapia individuale o di gruppo esterna o una terapia integrata nella classe. All’occorrenza e per successivi chiarimenti.
Durante la terapia il bambino che ha difficoltà a livello linguistico è aiutato e sostenuto con esercitazioni, attività ludiche ed esercizi di percezione. In questo modo può compensare i suoi deficit, migliorare le proprie competenze linguistiche e trovare un modo adeguato di convivere con le difficoltà che dovessero ancora sussistere.
La logopedista o il logopedista, come misura d’accompagnamento, programma colloqui di consulenza con i genitori e con gli insegnanti, fa visite durante le lezioni e osserva gli scolari.

Che cosa possono fare i genitori?

I genitori contribuiscono molto allo sviluppo linguistico dei loro figli. Alcune indicazioni su come possono favorire un’evoluzione positiva della lingua nei loro bambini:
Parlate molto con vostro figlio su argomenti diversi.  Quando parlate, fate attenzione a che ci sia il contatto oculare. Così mostrate la vostra partecipazione e fate intendere a vostro figlio se l’avete capito.
I bambini imparano l’uno dall’altro – favorite il contatto con i coetanei.

Centro Psicologico Accreditato DSA Amamente Milano 


www.milanologopedista.it

www.psicologadeibambini.it



Fonte: Volksschulamt
Abt. Sonderpädagogisches
Walchestrasse 21, Postfach 8090 ZĂĽrich www.volksschulamt.zh.ch
Elterninformation Logopädie Juni 2011 /